Il travel blog di Tomas Guerrieri

Oltre l’orizzonte | #0

oltre l'orizzonte, copertina


Parole in Viaggio sta per ripartire. E lo farà alla grande: nuove rubriche, nuove avventure e tanti, ma proprio tanti, consigli di viaggio. Del resto, si sa. Un blog di viaggio che si rispetti deve trasportare i suoi lettori in luoghi lontani e aiutarli ad affrontare meglio la giornata in ufficio o la settimana di malattia.
Per farlo al meglio e per offrirvi contenuti mirati e interessanti, quindi, ho suddiviso gli argomenti di cui voglio parlare in varie categorie. Ogni mese, ognuna si arricchirà di un articolo e, in questo modo, Parole in Viaggio diventerà più completo e variegato che mai. Pronti a partire?

La rubrica che vi presenterò oggi è molto particolare. Per una volta, infatti, non saremo né io né la mia esperienza di viaggiatore a raccontarvi qualcosa. I protagonisti sarete voi. Certo, non tutti voi, ma qualcuno di speciale. Non preoccupatevi, non voglio fare discriminazioni. Ora mi spiegherò meglio.

Per farlo, devo partire dal nome che ho scelto per questa sezione di Parole in Viaggio: Oltre l’orizzonte.
Più di una volta in questo blog ho ribadito l’importanza dell’allargare i propri confini, azione necessaria per aprire sempre più la propria mente e migliorarsi. Ecco, con questa rubrica vorrei riuscire a dimostrarvi quanto uscire dalla comfort zone e guardare fuori dal proprio orticello sia stato fondamentale per coloro che l’hanno fatto.

A questo scopo, in ogni articolo che farà parte di questa rubrica vi racconterò la storia di chi, un giorno, avvertendo nel proprio animo un inspiegabile bisogno di cambiamento, ha deciso di partire, lasciare tutto e trasferirsi (per sempre o per qualche tempo) in un luogo diverso da quello in cui è nato e cresciuto.

Ascoltando le storie di queste persone, scopriremo quanto la nostra percezione del mondo e del diverso cambi radicalmente quando siamo noi a essere parte del diverso. Capiremo che le parole orizzonteconfine sono soltanto costruzioni convenzionali che, nella realtà dei fatti, contano ben poco. Ci accorgeremo, infine, di quanto sia bello essere cittadini del mondo.

Raccogliendo le testimonianze di persone che hanno deciso di lasciare la loro casa alla volta del mondo, inoltre, vorrei essere d’aiuto a tutte quelle persone che vorrebbero farlo ma che, purtroppo, non ne hanno il coraggio.

Sarà una sorta di esperimento sociale in cui tutti potremo imparare qualcosa dagli altri attraverso il confronto delle varie esperienze. Ho già in mente parecchie persone da presentarvi; tenetevi forte, mi raccomando!

Personalmente, sono molto contento di questa rubrica. Fatemi sapere cosa ne pensate o se avete una storia da raccontare in queste pagine. Basta mandare una mail a info@paroleinviaggio.it e vi risponderò il prima possibile.

Nel frattempo, vi aspetto settimana prossima con un nuovo articolo!

Facebook Comments

Tomas Guerrieri, 25 anni, riminese. Traduttore di professione, durante il giorno lavoro con le parole. Di notte, sogno di girare il Mondo. Nel tempo libero, ci provo.
Da due anni ho unito la mia passione per le parole a quella dei viaggi e condivido le mie emozioni con i lettori del mio blog.



1 thought on “Oltre l’orizzonte | #0”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: