Il travel blog di Tomas Guerrieri

Atene | #18.1

Atene è una storia d’amore. Di quelle che all’inizio “non è scattato nulla”, ma che poi durano fino a dopo le nozze d’oro.
Atene è una nonna che ti racconta le storie di quando era bambina di notte, all’ombra del Partenone illuminato.
Atene è una mamma che ti fa sentire al sicuro nell’abbraccio dei vicoli di Plaka.
Atene è una ragazza che ti mostra le sue meraviglie nascoste. E da qualsiasi angolo la guardi, non riesci a trovarle un difetto.
Atene è un’ amante seducente che ti cattura con il suo skyline mozzafiato e i suoi struggenti panorami.
Atene è l’avventura di una notte e via che ti porta in cima alla collina di Filopappo, sotto cui è adagiata l’intera città, per consumarti la bocca di baci. Per poi svanire quando l’aurora arriva a illuminare i volti delle Cariatidi.
Atene è una bambina derubata sei suoi marmi più splendenti.
Atene è la zia che ti porta in spiaggia la domenica e che ti fa mangiare, di nascosto dai tuoi genitori, i dolci più prelibati esposti nelle vetrine delle sue pasticcerie.
Atene è una signora di mezz’età che si guarda allo specchio con malinconia e, nel riflesso, riesce ancora a ritrovare i conturbanti lineamenti  della sua gioventù.
Atene è una zingara che sa leggerti dentro appena incontri il suo sguardo.
Atene è passione, Atene è seduzione, Atene è attrazione.
Atene è una reliquia. Uno scheletro di rovine, meta di pellegrinaggio dai quattro angoli del mondo.
Atene è spirito, Atene è filosofia.
Atene è una chitarra che suona un energico sirtaki.
Atene è una culla, la nostra culla, mossa dalla brezza dell’Egeo.
Atene è magia.
Atene è rumore assordante. Un camionista che guida incurante delle utilitarie che gli stanno intorno. Un camionista rozzo. Un camionista.
Atene è stupore.
Atene è ribrezzo.
Atene è meraviglia.
Atene è un uomo che esce in strada intriso d’acqua di colonia.
Atene è un bimbo che si fa la cacca addosso e non si cambia il pannolino.
Atene è l’atleta che vince le medaglie alle Olimpiadi.
Atene è un incubo. Atene è un sogno.
Atene è il dono della dea della saggezza. Atene è follia e scelleratezza.
Atene è il marmo baciato dal sole. Atene è lo sterco ai lati della strada.
Atene è il fuoco di Olimpia. Atene è l’acqua inquinata del Pireo.
Atene è dolce miele di montagna. Atene è yogurt rancido.
Atene toglie il fiato. Atene mette il fiatone.
Atene è una litigata continua. Un conflitto irrisolvibile. Una domanda a cui non riesci a trovare risposta.
Atene è un continuo far l’amore. Appagante. Strepitoso. Animale.
Atene è trasparente. Atene è insondabile.
Tutto. Niente.
Atene è tutti noi. Atene non è nessuno.
Atene è. Atene vive. Atene non morirà.

Ancora una volta grazie, Atene.

Facebook Comments

Tomas Guerrieri, 25 anni, riminese. Traduttore di professione, durante il giorno lavoro con le parole. Di notte, sogno di girare il Mondo. Nel tempo libero, ci provo.
Da due anni ho unito la mia passione per le parole a quella dei viaggi e condivido le mie emozioni con i lettori del mio blog.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: