Il travel blog di Tomas Guerrieri

Giornata Mondiale del Turismo | #2.0

Buongiorno e buona domenica a tutti, viaggiatori!

Oggi sono qui a proporvi un post un pochino più tranquillo, meno ufficiale e meno serioso rispetto a quelli a cui vi ho abituati nei giorni scorsi. In realtà, oltre al fatto che preparare un articolo sulla falsariga di quelli di Berlino porta via abbastanza tempo (tempo che non ho avuto), c’è un motivo ben preciso. No, non è per festeggiare i 17 anni di Google, ci mancherebbe.

Dovete sapere, miei prodi avventurieri, che oggi, 27 settembre, si celebra la Giornata Mondiale del Turismo. Come potevo, allora, non scrivere qualcosa per far festa tutti insieme?

Ho trovato su internet varie domande su viaggi/vacanze/turismo e affini. Domande a cui risponderò e a cui vi invito a rispondere a vostra volta! Così, pensando ai luoghi che ci piacerebbe visitare o a quelli in cui siamo già stati, festeggeremo a modo nostro questa importante ricorrenza!

Ecco le domande:

1- Il tuo viaggio più bello?

Non vogliatemi male, ma ne ho due. Il primo è stato in Andalucía nel 2012. Eravamo solo io, il mio zaino, la mia guida Lonely Planet, un bel po’ di autobus e il caldo torrido di questa regione spagnola. Da provare!

Il secondo non poteva non essere New York. Grattacieli, posti da film, bandiere a stelle e strisce e Nike. Pelle d’oca solo a ricordarlo.

2- Ricordi a memoria il numero del tuo passaporto?

Ahimè, dopo il liceo scientifico il mio cervello ha iniziato a rigettare i numeri. Indi per cui, figuriamoci se mi ricordo quello del mio passaporto! Però posso dire che mi ricordo ogni timbro che ha. In effetti, è troppo facile, dato che ho solo quello di New York…

3- Come preferisci viaggiare: treno, aereo, nave, macchina?

Allora, qui tocca fare una distinzione. Ovviamente, il modo migliore per fare lunghe tratte è l’aereo. Certo, magari Ryanair non è la soluzione ideale, ma, fino a 3 ore di viaggio, pensare a quanto poco si ha pagato lo spostamento aiuta ad attutire la scomodità del sedile!

Se, invece, parliamo di movimenti in loco, senza dubbio la macchina è la regina indiscussa. Sarà per l’irresistibile fascino dell’ on the road o per il fatto che sei tu a decidere quando e dove fermarti, ma spostarsi in automobile potrebbe incarnare perfettamente l’essenza del viaggio!

4- Bagaglio a mano o imbarcato?

Io ho una terza soluzione: zainone. Ormai mi ha accompagnato in mezza europa ed è volato addirittura in America. Il mio inseparabile zaino che si sta piano piano riempiendo di spillette non può venire in alcun modo sostituito da nessun altro bagaglio! A mano o imbarcato che sia!

5- Campeggio, ostello o Bed&Breakfast?

Ammetto che, sebbene fino a qualche tempo fa optassi sempre per l’ostello, ultimamente il mio spirito viaggiatore si è un pelo imborghesito. Dei tre, quindi, sceglierei sicuramente il B&B, nonostante per gli ultimi viaggi abbia preferito affittare un appartamento in loco. Almeno, se sei a corto di finanze, puoi sempre fare la spesa al supermercato e cucinarti qualcosa di veloce ed economico in casa!

6- Ti piace cambiare o andare negli stessi posti?

Dato che i posti da vedere sono troppi, in generale preferisco sempre cambiare. Tuttavia, se la città/zona mi ha preso talmente tanto la prima volta, è probabile che vi faccia ritorno almeno una seconda! Gli unici viaggi che ho ripetuto sono stati Barcellona, Parigi e Andalusia.

7- Ti informi sui posti che visiterai (usanze, tradizioni, festività, zone pericolose…)?

Ovviamente sì! Mi piace sapere in anticipo cosa vedere, cosa poter mangiare di buono, dove andare e dove non, orari dei musei/attrazioni eccetera! In sostanza, sono uno di quelli che spulcia tutta la Lonely Planet prima di partire. Certo, una volta in loco poi la metto da parte per seguire un po’ anche il mio istinto e non girare sempre col naso dentro la guida!

8- Prenoti in agenzia o sul web?

Diciamo che sono l’agenzia viaggi di me stesso. Forse, fino ad ora non mi sono mai appoggiato ad un’ agenzia giusto perché i viaggi sono sempre stati “facili” e raggiungibili anche in autonomia. Forse, quando sarà il momento di partire per luoghi un pochino più turisticamente impegnativi, potrei anche rivolgermi ad un’agenzia. Sempre dopo aver fatto tutte le mie ricerche, è chiaro!

9- Un posto da visitare assolutamente?

Domande che mettono in crisi. Penso che quello che meriti di più sia il Pianeta Terra, non so se lo conoscete…

Scherzi a parte, finora tutti quelli che ho  visitato valgono la pena di essere visti (nei prossimi resoconti scoprirete perché).

Magari, posso dirvi l’unico che merita un po’ meno: Tenerife.

10- Se potessi partire adesso, senza limiti di spesa e tempo, dove andresti?

Asia senza alcun dubbio. Cina o Thailandia/Cambogia/Vietnam o India.

Anche se l’intramontabile fascino della Route 66 rimane come uno dei miei must have been there!

Poi vabè, tutto il mondo!


Bene, ragazzi. Queste erano le mie risposte per celebrare la Giornata Mondiale del Turismo! Fatemi sapere, se avete voglia, quali sono le vostre!

In ogni caso, oggi cercate di stare all’aperto il più possibile e visitare luoghi delle vostre zone che magari non conoscete!

Noi ci becchiamo sempre qui nei prossimi giorni!

A presto!

T

Facebook Comments

Tomas Guerrieri, 25 anni, riminese. Traduttore di professione, durante il giorno lavoro con le parole. Di notte, sogno di girare il Mondo. Nel tempo libero, ci provo.
Da due anni ho unito la mia passione per le parole a quella dei viaggi e condivido le mie emozioni con i lettori del mio blog.



5 thoughts on “Giornata Mondiale del Turismo | #2.0”

  • Ciao Tomas, molto bello il tuo blog anche se un po’ banalotto e stucchevole nella prosa rispetto agli altri che ci sono in giro. Ma un viaggiatore come te non ha potuto mancare assolutamente la tappa Erasmus. Come sono stati i 3 giorni a Barcellona?

    • Ciao Inno, grazie per il commento! Son sempre contento ci sia qualcuno che esprima il suo parere, così da sapere un po’ cosa pensano le persone che leggono. Certo, ho molto da imparare ancora, ho iniziato “en serio” solo da poco più che una settimana. Ora, non ho avuto modo di leggere molti altri blog, ma ti posso dire che preferisco essere stucchevole che sapere a malapena scrivere correttamente. Riguardo alla tua domanda, a quali tre giorni ti riferisci? Grazie ancora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: